ADDIO Garry Marshall ideatore e produttore di Happy Days
13 novembre 1934 / 19 luglio 2016 


Los Angeles 20 Luglio 2016. È morto Garry Marshall, regista di 'Pretty Woman'. Ideò serie cult come 'Happy Days' e 'Mork e Mindy'aveva 81 anni. Attivo fino alla fine, il suo ultimo film 'Mother's day' con Jennifer Aniston, Julia Roberts e Kate Hudson è ancora nelle sale.
Nato a New York da un produttore cinematografico figlio di immigrati italiani (il nome originale era Masciarelli) il 13 novembre 1934, il regista ha iniziato la sua carriera negli anni Settanta in ambito televisivo realizzando show diventati poi di culto come Happy Days, Mork e Mindy e Laverne & Shirley.

Anche attore (una lunga carriera iniziata negli anni Sessanta che l'ha portato poi a comparire tra l'altro in episodi di E.R., medici in prima linea, Sabrina, vita da strega, Brothers and Sisters e La vita secondo Jim), Garry Marshall ha esordito come regista cinematografico all'inizio degli anni Ottanta con commedie come L'ospedale più pazzo del mondo e Flamingo Kid con Hector Elizondo, il suo attore feticcio, presente in quasi tutti i suoi film (era il concierge di Pretty Woman). Nel 1990 il film che lo fece conoscere in tutto il mondo e che rese Julia Roberts una star: la versione contemporanea e newyorkese della favola di Cenerentola: una prostituta viene ingaggiata da un fascinoso uomo d'affari pieno di soldi che finisce per innamorarsene. "Feel good movie" per eccellenza che fa sempre ascolti da sogno quando ripassa in tv. Nel '99 la rèunion di Roberts e Gere per Se scappi ti sposo aveva incassato nel mondo 309 milioni di dollari.

Marshall, dopo aver scoperto Julia Roberts, ha contribuito alla nascita di un'altra giovane star di Hollywood, Anne Hathaway che prima del successo de Il diavolo veste Prada era stata protagonista delle commedia Pretty Princess e di Principe azzurro cercasi, accanto a Julie Andrews. Attivo fino alla fine (il suo Mother's Day con Jennifer Aniston, Julia Roberts e Kate Hudson è ancora nelle sale italiane) negli ultimi anni ha realizzato soprattutto commedie corali con grandi star spesso ambientate durante le festività americane, ad Appuntamento con l'amore (ambientato nel giorno di San Valentino) con Anne Hathaway, Ashton Kutcher e Bradley Cooper, sono seguiti Capodanno a New York e appunto Mother's Day sulla festa della mamma.
Molto amato nel mondo di Hollywood, il regista è stato subito ricordato da Henry Winkler, che nella serie Happy Days interpretava Fonzie, e da Richard Gere. L'attore televisivo ha scritto su Twitter: "più grande della vita, tra i più divertenti che abbia conosciuto, saggio e quello che si può definire un amico. Riposa in pace Garry Marshall grazie per la mia vita professionale, la lealtà, l'amicizia e la generosità". Anche Richard Gere ha ricordato il regista con una dichiarazione: "Incontrare Garry nella mia vita è stata una benedizione. È stato la forza vitale e l'impulso di Pretty Woman, un capitano irremovibile su una nave che poteva facilmente ribaltarsi. È stato un uomo fantastico, marito e padre che ha portato vera gioia, amore e buon umore in tutti quelli che ha incontrato. Tutti amavano Garry. È stato un mentore, un sostenitore e una delle persone più divertenti che abbia mai incontrato. Aveva un cuore di oro puro e un'anima da monello".
Aveva diretto Pretty Woman, ma aveva creato anche Happy Days. E’ morto all’età di 81 anni Garry Marshall, una delle menti più creative della Hollywood anni ottanta e della tv americana anni settanta, quella dei telefilm poi impressi nell’immaginario planetario. Per dire, Marshall nel 1974 ha inventato Fonzie e Richie Cunningham. Nel 1978 l’alieno Mork della celebre serie Mork e Mindy. Basterebbe già questa concatenazione di titoli e ricordi, di risate e romanticismo pop, per decretare successo e brillantezza, di un signore che della sua arte non ha mai fatto vanto.


 IL RICORDO DI DON MOST (RALPH MALPH)

Nella foto Donny Most (Ralph Malph)
Il mio primo incontro con Garry Marshall è stato nel mese di ottobre 1973. E 'stato durante il mio provino agli studi di Paramount per il pilota di "Happy Days". Ero venuto a Los Angeles da New York qualche mese prima, cercando di ampliare le mie opportunità di recitazione. Ero stato  ospite su vari spettacoli televisivi, ma questo era il mio primo provino serio per un ruolo regolare in una serie. Io ero uno di circa 10 attori, ed ero comprensibilmente nervoso. Quando fu il mio turno, Garry (che dirigeva i provini) immediatamente mi ha fatto sentire a proprio agio.

Era molto incoraggiante, e la sua direzione è stata molto chiara e concisa. Io però, non ero entusiasta della mia prestazione, e non pensavo che mi sarei scelto per il ruolo di Potsie, il personaggio che dovevo interpretare. Il mio istinto aveva avuto ragione, quando il mio agente mi ha chiamato per dirmi che non ho avuto quella parte. Ma mi ha detto i dirigenti è piaciuto il mio provino così tanto, hanno voluto creare un ruolo regolare per me nello show. Era chiaro che Garry aveva molto contribuito in questa decisione, quindi gli devo una quantità enorme di gratitudine per avermi permesso di diventare parte di un tale spettacolo di successo e iconico che è diventato parte della storia della TV Americana. I miei ricordi più vividi mentre lavoravo con Garry vanno alla terza stagione dello show, quando abbiamo iniziato le riprese di fronte a un pubblico.

Con questo formato, avremmo avuto diverse opinioni dello spettacolo per gli scrittori e produttori, seguita da una sessione di note con tutti gli attori, il nostro regista, Jerry Paris, e Garry leader. Queste sessioni erano incredibilmente creative e vibranti. Mi ricordo ammirando il modo in cui Garry trovava le soluzioni per i problemi che gli attori avevano, e come avrebbe potuto trovare modi per rendere le scene migliori. Garry sembrava avere una capacità innata di fare quasi nulla divertente.
Ogni volta che è venuto sul set, tutti noi sapevamo che sarebbe stati bei momenti, condividendo risate e imparando qualcosa di prezioso lungo la strada. Gli piaceva promuovere un senso di famiglia per tutti noi, e ha stabilito un grande feeling per tutti. Uno dei modi che ha fatto questo è stato di formare un "Happy Days", squadra di softball. Sapeva che un gruppo di noi aveva giocato, e anche lui amava giocare. Così ha creato il nostro team - composto da cast e la troupe – per recarsi nei diversi luoghi di campionato più importanti in tutto il paese per giocare a scopo di beneficenza prima del gioco vero e proprio. Naturalmente, Garry stesso ha iniziato dirigendo film verso la fine della corsa "Happy Days", e aveva un enorme serie di successi. In cima a questo, sembrava avere un talento per la creazione di stelle, come Julia Roberts in "Pretty Woman" e Anne Hathaway in "Pretty Princess". Garry veramente amato e apprezzato gli attori, ed era il loro migliore amico. Egli lascia dietro di sé un corpo enorme e impressionante di lavoro, e credo di poter tranquillamente dire che chiunque abbia mai lavorato con lui non potrà mai dimenticare l'esperienza, e lui mancherà molto.a me tantissimo.





 Sito Ufficiale HAPPY DAYS ITALIA - SITO INFORMATIVO - on line dal 1997
www.happydaysitalia.net
Web graphics and design by Stefano Baldi
Questo è semplicemente un sito informativo senza scopo di lucro e privo di ogni forma pubblicitaria. Non si intendono infrangere copyrights di nessuno.
Tali copyrights rimangono di esclusiva proprietà dei legittimi detentori.
Lo stesso dicasi per immagini, musica, testi e quant'altro collegabile direttamente alla serie TV con i suoi contenuti o a siti web ad essa dedicati.