HAPPY DAYS 30th
ANNIVERSARY REUNION

SETTEMBRE 2004


Trent'anni dopo si è riunito il cast di "Happy Days". E' andato in onda il 3 febbraio 2005 in prima serata sul network americano Abc uno special per festeggiare il trentesimo compleanno del famoso telefilm, diventato un cult anche in Italia.
Per l'occasione si sono ritrovati i protagonisti storici come Ron Howard ed Henry Winkler. Uno special per la grande rimpatriata che ha festeggiato il trentesimo anniversario di Happy days, il telefilm sugli adolescenti americani negli anni Cinquanta, diventato un culto anche in Italia. Il network televisivo Abc ha riunito i componenti del cast, compresi Ron Howard, oggi regista Premio Oscar, Henry Winkler, il famoso Fonzie, e Marion Ross, per uno show che andrà in onda in prima serata.
Due ore di programma tra ricordi, scene inedite, celebrazioni e ospiti come l'attrice Penny Marshall, che nel telefilm interpretò per alcune puntate la parte della giovane Laverne DeFazio, e Cindy Williams, Shirley in alcuni episodi della serie. Nello special è stata messa in onda una partita di softball giocata a Malibù lo scorso autunno e che da trent’anni Garry Marshall, creatore e ideatore della serie, organizza con il cast del telefilm: da una parte la squadra dei Cunningham, il nome della famiglia protagonista, dall'altra quella degli Arnold's Diner, il nome del fast-food locale di ritrovo del gruppo di Happy Days.
Non sono mancati spezzoni inediti, divertenti, ciak sbagliati e scene diventate un classico del genere, come il primo bacio tra Joanie, sorella di Richie Cunningham, e ChaChi, il suo fidanzato. Sono state rivelate anche alcune "chicche": Richie/Ron Howard spiegherà come Fonzie lo aiutò a diventare un regista che poi, diventato adulto, avrebbe conquistato addirittura un premio Oscar. E Fonzie ha spiegato finalmente perchè il suo personaggio indossava il giubbotto di pelle nera.
A questo show della Abc ci sono quindi davvero tutti: Ron Howard, regista premio Oscar per A beautiful mind, che nella serie interpretava il protagonista, il bravo ragazzo Richie Cunningham, ed Henry Winkler, alias Arthur Fonzarelli detto Fonzie, giubbotto nero, motocicletta, filosofia pratica, pollice alzato per dire il suo motto 'hey!', aria da bullo ma cuore d'oro.
Oggi Fonzie, che è nato a New York, ha i capelli bianchi, tre figli, una moglie, con cui è sposato da 27 anni, niente a che fare con l'incallito rubacuori del telefilm, e la sua carriera cinematografica si divide tra partecipazioni non memorabili di attore e produttore, coprodurrà anche la reunion di Happy Days, ma mai è riuscito a scrollarsi di dosso il ruolo che all'epoca gli valse due Golden Globe.  
Happy days ci mise poco ad entrare nel cuore dei telespettatori: raccontava negli anni Settanta, la prima puntata risale alla stagione 1974-75, in Italia arrivò il 9 dicembre del 1977 e andava in onda tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, alle 19 e 20 su Raduno, gli adolescenti degli anni Cinquanta, la brillantina, i balli, i baci adolescenziali nei drive in, i primi contrasti con i genitori, i primi anni del chewingum e dei giubbotti di pelle. Happy days raccontava soprattutto l'America felice, lontana dalla Guerra Fredda. La serie era ambientata a Milwaukee, ma la casa dei Cunningham si trova nella realtà a Los Angeles, precisamente al numero 565 di Cahuenga Boulevard, nello stato del Wiskonsin. Inizialmente doveva essere un telefilm su Richie Cunningham ma il successo dei personaggi di contorno convinse Garry Marshall ad allargare il campo.
Due i set principali: la casa dei Cunningham, con annesso un monolocale affittato a Fonzie, e il ristorante di Arnold, dove le cameriere che facevano sognare i ragazzi portavano le ordinazioni sui pattini. Dalla serie sono nati tre spin-off: Jenny e Chachi, sulla storia d'amore del cugino di Fonzie con la sorella di Richie, Laverne e Shirley e Mork & Mindy, in cui l'extraterrestre Mork, interpretato da Robin Williams, viene mandato sulla terra per rapire Richie.
I primi a decidere di lasciare la serie furono Richie e Ralph: la produzione provò ad andare avanti, inventandosi che i due amici erano partiti per arruolarsi in Marina con Cunningham che si faceva vivo di tanto in tanto per telefono con la moglie Lori Beth, l'attrice Lynda Goodfriend, destinata a dare alla luce Richie jr. Ma le invenzioni si fecero sempre più complicate: nelle ultime puntate ci fu un ritorno di Richie a Milwaukee per poi ripartire e tentare la fortuna come scrittore a Hollywood, Fonzie adottò un orfano abbandonando il monolocale sopra il garage di casa Cunningham, Joanie e Chachi si sposarono e Howard e Marion finivano la serie ringraziando i telespettatori di aver fatto parte della loro famiglia. La serie registrò la partecipazione di diverse guest-star: la rockstar Suzi Quatro, nei panni di Leather Tuscadero, diva del rock, che va a suonare da Arnold; Tom Hanks, comparso in un cameo; il cantante e attore Frankie Avalon, nel ruolo di se stesso.
Come tutte le serie tv di successo, non mancava una colonna sonora di tutto rispetto, in stile anni Cinquanta, con la sigla iniziale di Bill Haley & The Comets Rock around the clock e quella finale Happy Days cantata da Pratt&McClain, Brother Love e Anson Williams.
E così dopo 30 anni dal primo episodio tutti i protagonisti decidono di festeggiare questo anniversario con un bellissimo incontro nel mitico locale di Arnold's rigorosamente intatto e immutato nel tempo. Non ci rimane difficile immaginare l'emozione dei protagonisti nel rivedere il vecchio ed indimenticabile locale di Arnold,s persino Marion Ross all'entrata era commossa e guardava tutto come se fosse in un sogno.
Questa riunione ha avuto lo scopo di ritornare indietro con la memoria, alla serie televisiva che ha fatto ridere e commuovere la gente per 11 anni. Questo ha fatto sì che questo incontro sia stata la trasmissione più vista nella notte in cui è stata trasmessa in America.
l cast di Happy days non si è solo riunito per questo ma ha anche giocato una partita insieme ad una squadra di softball. Un Ron  Howard irradiante dichiara che il giocare con la squadra di rugby del cast  di "happy Days"  è una delle esperienze più grandi nella mia vita. Lo special è stato caratterizzato da molte scene tratte da Happy Days e dalla storia della famiglia più famosa della TV Americana, la famiglia Cunningham. Tutti gli attori hanno così potuto fare rivivere in un piccolo riassunto tutte le loro scene favorite e più care e parlare dei loro episodi più divertenti.


   






 Sito Ufficiale HAPPY DAYS ITALIA - SITO INFORMATIVO - on line dal 1997
www.happydaysitalia.net
Web graphics and design by Stefano Baldi
Questo è semplicemente un sito informativo senza scopo di lucro e privo di ogni forma pubblicitaria. Non si intendono infrangere copyrights di nessuno.
Tali copyrights rimangono di esclusiva proprietà dei legittimi detentori.
Lo stesso dicasi per immagini, musica, testi e quant'altro collegabile direttamente alla serie TV con i suoi contenuti o a siti web ad essa dedicati.