HENRY WINKLER IN ITALIA
DAL 15 MAGGIO AL 19 MAGGIO 2013
Henry Winkler, Fonzie di Happy Days, è stato ospite a Torino al Salone del Libro 2013.
Fonzie si è tolto il giubbotto di pelle per scrivere libri.


E' stato uno degli ospiti più attesi dell'edizione di quest'anno del Salone del Libro. Henry Winkler, l'attore che ha interpretato Fonzie in Happy Days, è oggi l'autore di una serie di libri per bambini con protagonista Hank Zipzer“ .
Henry Winkler, conosciuto da tutti come Arthur Fonzarelli o Fonzie, è stato ospite al prossimo Salone Internazionale del Libro di Torino. E' stato possibile vederlo e incontrarlo nel Bookstock Village, lo spazio nato nel 1998 e dedicato ai lettori che vanno da 0 ai 13 anni. Diventato famoso quando era giovane grazie al telefilm Happy Days, in cui interpretava Fonzie, il ragazzo con il giubbotto di pelle rispettato da tutti e amato da qualsiasi ragazza, con il passare degli anni ha interpretato altri ruoli come attore al cinema, ma soprattutto è diventato autore di una fortunatissima serie di libri per bambini con protagonista Hank Zipzer, un ragazzino dislessico. Torino è stato il teatro dove poterlo incontrare e ricordare i bei tempi di quando diceva "Ehi" e tutto si aggiustava, oppure di quando dava consigli al suo amico Ricky Cunnigham. Ora i consigli li dà ai bambini attraverso i libri creati per loro.
Storie selvagge:
Hank Zipzer, dislessia creativa

Da Fonzie ai libri per ragazzi Arriva finalmente in Italia la fortunata serie che ha per protagonista Hank Zipzer, un simpatico ragazzino dislessico in lotta contro le fatiche scolastiche.

Henry Winkler, dislessico a sua volta, conosciuto come il Fonzie di Happy Days, è autore insieme a Lin Oliver della collana che ha conquistato gli USA e la Gran Bretagna.

Io non sono speciale, non sono migliore di nessuno di voi. Da bambino avevo grandi difficoltà a leggere, a scrivere e ad imparare. I miei genitori mi chiamavano ‘cane scemo’. Ma io volevo fare l’attore e quel sogno l’ho tenuto bene a mente ogni giorno della mia vita. Alla fine ci sono riuscito. Per cui fate come me, inseguite i vostri sogni: se vi impegnerete al massimo, prima o poi si realizzeranno. Applausi per lui alla fine del discorso, in molti sono arrivati anche da altre città per assistere alla sua conferenza stampa. Quando Henry Winkler interpretava il personaggio di Fonzie, riceveva circa 50mila lettere a settimana dalle sue ammiratrici, uno di quei messaggi lo ha tenuto stampato bene in mente, ogni giorno della sua vita. Recitava: Se lo vuoi davvero, non è un sogno.

Gli Appuntamenti di Henry Winkler in Italia
Mercoledì 15 maggio 2013

ore 18.30 MILANO
 
la Feltrinelli, piazza Piemonte 2, Fonzie racconta la dislessia.
Presentazione del libro. Introduce e dialoga con l'autore Luca Crovi.


'Fonzie' a Milano per presentare il libro alla Feltrinelli Video „ Un'ora di coda per farsi autografare un libro da 'Fonzie'

Henry Winkler, l'indimenticato 'Fonzie' di Happy Days, presenta il suo ultimo libro a Milano: "Hank Zipper e le cascate del Niagara", in cui affronta il tema della dislessia nell'infanzia. Ed è boom di folla.

Henry Winkler, alias Fonzie di Happy Days, è dislessico come Hank Zipzer , il protagonista della serie libri editi da Uovonero che raccontano la dislessia ai ragazzi, in modo divertente, ispirandosi ai ricordi d'infanzia dell'autore. Quando ero un ragazzo a New York nessuno sapeva che cosa fosse la dislessia. Mi dicevano che ero stupido e pigro, e che non sfruttavo le mie potenzialità. Era senza dubbio doloroso. Incontriamo Fonzie in occasione dell'uscita del primo titolo della serie, Hank Zipzer e le cascate del Niagara. Interviene Luca Crovi.

   
Milano, tutti in coda per una dedica di Fonzie

MOLTO DISPONIBILE, ALLEGRO E SIMPATICISSIMO.
APPENA E' ARRIVATO SUL PALCHETTO INTORNO ALLE 18,20 SI E' GUARDATO IN GIRO PER POTERE APPENDERE IL GIACCONE, E NON TROVANDO NULLA... HA PRESO E HA BUTTATO IN UN ANGOLO IL GIACCONE E POI HA GUARDATO IL PUBBLICO CON LA SUA SOLITA ESPRESSIONE, DIETRO AD UNA RISATA GENERALE.

Giovedì 16 maggio 2013

ore 11.30 MILANO
Ospite a Radio Deejay nel programma "Deejay chiama Italia"
ore 17.00 CREMA (CR)
Polo di Neuropsichiatria “Il Tubero” Anffas di Crema Henry Winkler visita Il Tubero per incontrare i bambini e le famiglie
ore 21.00 CREMA (CR)
Sala Ricevimenti piazza Duomo Da Fonzie a Hank Zipzer. Incontro con Henry Winkler

Ospite a Radio Deejay nel programma "Deejay chiama Italia"

Gli appassionati di Fonzie non avranno sicuramente perso l’appuntamento odierno di Deejay Chiama Italia. Gli appassionati di Fonzie dovranno assolutamente accendere la radio e ascoltare Radio Deejay, perché il loro beniamino degli anni Ottanta e Novanta è arrivato in Italia.

Se state pensando però che Henry Winkler sia tornato a vestire i panni di Fonzie, siete fuori strada, Arthur Fonzarelli stavolta non c’entra niente: l’attore di Happy Days infatti si cimenta nella scrittura e arriva in Italia per presentare il suo ultimo libro: Hank Zipzer e le cascate del Niagara, scritto a quattro mani con Lin Oliver.




Crema, Henry Winkler all’Anffas: “Dentro ognuno di voi c’è la grandezza necessaria a coronare i vostri sogni”. Stasera in Comune racconterà la sua esperienza di dislessico Crema, Henry Winkler all’Anffas: “Dentro ognuno di voi c’è la grandezza necessaria a coronare i vostri sogni”.

“Non importa se vi dicono che non siete intelligenti. Dentro ognuno di voi c’è la grandezza necessaria a coronare i vostri sogni”.

Così, all’Anffas di Crema, Henry Winkler - alias ‘Fonzie’ - si è presentato alle oltre cento persone che hanno sfidato un violento acquazzone pur d’incontrarlo. Hank Zipzer Sessantotto anni il prossimo ottobre, Winkler è in città per presentare il suo libro, scritto con Lin Oliver, intitolato ‘Hank Zipzer e le cascate del Niagara’ e pubblicato da Uovonero. Nei paesi anglosassoni ha venduto oltre tre milioni di copie e nel 2010 è stato persino nominato baronetto del Regno Unito dalla regina Elisabetta II. Raccontandolo, durante l'intervista di oggi a Crema, ha chiesto un attimo di pausa, è corso a cercare nel giubbetto il prezioso riconoscimento per mostrare a tutti la medaglia della regina. Henry ha strappato una serie di risate ai presenti raccontando aneddoti della propria adolescenza, parlando della sua vita, della sua famiglia, della moglie, dei suoi tre figli e dei suoi cani. La fama Ha ricordato come da bambino i suoi coetanei lo chiamassero ‘cane stupido’, convinti che non sarebbe stato in grado di fare nulla nella vita. “Quando sono diventato un attore e ho iniziato ad andare in tv invece un sacco di gente ha preso a farmi moltissimi complimenti; quando poi sono diventato Fonzie ricevevo 50 mila lettere la settimana. Mi sembra di aver dimostrato che chi non credeva in me si sbagliava”. Il sogno “Quindi ricordate: se avete un sogno, avete dentro di voi anche la grandezza per realizzarlo. E’ quella la cosa che conta. Io da quando ho 9 anni avevo un grande sogno: diventare un attore. Non ascoltate chi dice che siete degli stupidi perché avete delle difficoltà: anche per me era molto difficile fare i compiti o imparare anche un breve testo. Il mondo non ha bisogno solo di bambini che da grandi saranno scienziati, astronauti o dottori. Il mondo ha bisogno di gente che sa danzare, fare il meccanico e far crescere le banane. Per me, per esempio, le banane solo molto importanti. Se si ferma la mia auto in autostrada avrò bisogno di un meccanico. Insomma, ogni lavoro è importante, seguite la vostra strada, realizzate i vostri sogni”. Il riscatto Proprio questo riscatto è al centro della fortunata serie di libri per ragazzi che l’attore statunitense ha voluto scrivere per raccontare che solo in età adulta ha scoperto di essere affetto da dislessia. Per questo ha studiato un nomignolo che ricordasse il suo nome, Hank, mentre Zipzer è il nome di una signora che abitava al quarto piano del suo palazzo. Il resto è da scoprire leggendo i libri. L’incontro serale Stasera Fonzie sarà protagonista di un altro incontro coi cremaschi. Alle ore 21 in Comune tornerà a parlare di dislessia e di come riuscire a coronare i propri sogni nella vita nonostante le difficoltà d’apprendimento. Con Henry Winkler interverranno il sindaco Stefania Bonaldi e la dottoressa Enza Crivelli. L’incontro sarà introdotto da un benvenuto musicale dell’Irish Coffee Ensemble della classe di arpa della scuola di musica Consorzio Concorde di Crema.
Henry Winkler, il popolare «Fonzie» della serie televisiva «Happy Days», è stato a Crema giovedì, 16 maggio, per presentare il libro per bambini «Hank Zipzer e le cascate del Niagara», edito in quegli stessi giorni dalla casa editrice cremasca «Uovonero», di Sante Bandirali, Lorenza Pozzi ed Enza Crivelli. La cerimonia di presentazione del libro, primo di una serie di 17 volumi, scritti dall'attore insieme alla scrittrice Lin Oliver, si è tenuta nella Sala dei Ricevimenti del palazzo comunale, alle 21. Hanno partecipato il sindaco, Stefania Bonaldi e la stessa Enza Crivelli, che è anche pedagogista clinica. Il libro, infatti, è ispirato alle esperienze di vita dello stesso Winkler, che ha scoperto solo da adulto la sua dislessia e che ora, in modo creativo e divertente, ha deciso di raccontarla ai bambini. Da qui, la nascita del protagonista della serie, Hank Zipzer: un ragazzino con difficoltà a scuola, ma ironico, geniale, creativo e sempre pieno di risorse, per sfatare ogni possibile dubbio sull'intelligenza dei ragazzi affetti da questo particolare tipo di disturbo dell'apprendimento, che causa difficoltà nel leggere e scrivere in modo fluente e corretto. Per l'occasione, il mitico Fonzie è stato accolto dalle note dell'Irish Coffee Ensemble, della classe di arpa della Scuola di Musica Consorzio Concorde di Crema e diretto da Francesca Tirale. «Siamo abituati a conoscere Henry Winkler attraverso il personaggio famoso che ha interpretato in tv» sottolinea il sindaco, durante la conferenza stampa di presentazione dell'evento. Crema, Henry Winkler all’Anffas: “Dentro ognuno di voi c’è la grandezza necessaria a coronare i vostri sogni”. Stasera in Comune racconterà la sua esperienza di dislessico

«Proprio per questo la sua testimonianza è importante, perché mostra come, dietro l’alone di successo, ci sia una persona normale con tutte le difficoltà e i problemi che ci accomunano. La condivisione dei problemi e delle difficoltà permette di riconoscerli e, allo stesso tempo, di superarli». Sempre giovedì prossimo, nel pomeriggio, Winkler visiterà il Polo di Neuropsichiatria infantile «Il Tubero» Anffas di Crema, per incontrare i bimbi e i ragazzi con disturbi specifici dell'apprendimento, che hanno anche fornito agli editori di «Uovonero» alcuni preziosi suggerimenti per la realizzazione dell’edizione italiana. Il libro, infatti, a differenza dell'edizione originale in lingua inglese, è stato progettato e impaginato secondo le indicazioni fornite dalle associazioni che si occupano di dislessia, in modo da poter essere letto agevolmente anche da bambini e ragazzi come Hank, stimati tra il 3 e il 4% degli studenti italiani della scuola primaria e secondaria di primo grado. A questo primo volume, illustrato dall'artista Giulia Orecchia, seguirà un secondo libro, la cui pubblicazione è prevista entro la fine dell'anno. L'amministrazione comunale, comunque, sta pensando a dare continuità al tema e sta programmando un festival dell'infanzia, che si terrà il prossimo autunno, denominato «AltreStorie». «Ringrazio la casa editrice “Uovonero” per la sensibilità che la contraddistingue nel pubblicare libri che parlano di diversità non come limite ma come opportunità» ha concluso il sindaco Bonaldi. «Ringrazio anche Herny Winkler per questa coraggiosa testimonianza, davvero preziosa per quanti vivono alcuni disturbi che, come dimostra lo stesso autore, possono essere superati».


Fonzie di Happy days è stato cremasco per un giorno. Giovedì 16 maggio il noto attore statuintense Henry Winkler è stato in città per presentare il libro “Hank Zipzer e le cascate del Niagara”. L’opera, edita da Uovonero e realizzata a quattro mani com la scrittrice Lin Oliver, parla di dislessia in modo divertente e creativo. Si tratta del primo titolo della serie “Hank Zipzer il superdisastro”, diciassette libri in tutto, che nei paesi anglosassoni hanno venduto oltre tre milioni di copie, e che nel 2010 hanno valso a Winkler la nomina a baronetto del Regno Unito conferita dalla regina Elisabetta II.

La fortunata serie di libri per ragazzi nasce dall’esigenza di Winkler, che ha scoperto solo in età adulta di essere dislessico, di trovare un modo di raccontare ai più giovani la dislessia. Così è nato Hank Zipzer, alter ego dell’autore: un ragazzino con difficoltà a scuola ma ironico, divertente, geniale, creativo e sempre pieno di risorse. «Quando ero un ragazzo a New York City nessuno sapeva che cosa fosse la dislessia», racconta Winkler in un’intervista sul sito della serie (www.hankzipzer.com). «Mi dicevano che ero stupido e pigro, e che non sfruttavo le mie potenzialità. Era senza dubbio doloroso. Passavo la maggior parte del tempo a nascondere il fatto che leggere, scrivere, imparare l’ortografia, la matematica, le scienze – praticamente tutte le materie tranne il pranzo – era realmente molto, molto difficile per me. Se entravo in un negozio e pagavo con delle banconote e mi davano il resto in moneta, non sapevo come fare per contare il resto mentalmente. Mi fidavo semplicemente dell’onestà degli altri.»
 «Siamo abituati a conoscere Henry Winkler attraverso il personaggio famoso che ha interpretato, Fonzie - afferma il sindaco Stefania Bonaldi, con delega all’Istruzione - È importante la sua testimonianza perché mostra come, dietro l’alone di successo meritatamente ottenuto, ci sia una persona normale con tutte le difficoltà e i problemi che ci accomunano. La condivisone dei problemi e delle difficoltà permette di riconoscersi e, nello stesso tempo, di superarli.” Nel pomeriggio di giovedì 16 maggio, alle ore 17.00, Henry Winkler visiterà il Polo di Neuropsichiatria Infantile “Il Tubero” Anffas di Crema per incontrare i bambini e i ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento, che hanno fornito a uovonero alcuni suggerimenti per realizzare un’edizione del libro che agevolasse la lettura anche da parte di bambini e ragazzi come Hank.

«È importante per i bambini che hanno difficoltà a scuola incontrare un personaggio come Henry Winkler, il grande Fonzie allegro e vivace della serie Happy Days, che pur avendo avuto enormi difficoltà a scuola, a causa della sua dislessia, è riuscito a realizzare con successo il proprio sogno di diventare un celebre attore», spiega Enza Crivelli che, oltre ad essere uno dei fondatori di uovonero, è pedagogista clinica e si occupa da diversi anni di dislessia, disturbi per l’apprendimento e autismo. «Se pensiamo che l'incidenza della dislessia è stimata fra il 4% e il 5% della popolazione, è facile intuire come un esempio di questo genere possa essere un aiuto e un incoraggiamento per molti».

L’incontro serale, che si terrà alle ore 21.00 presso la sala Ricevimenti del Comune di Crema, sarà rivolto invece a tutta la cittadinanza. Insieme a Henry Winkler, interverranno il Sindaco di Crema Stefania Bonaldi e la dottoressa Enza Crivelli della casa editrice uovonero. Questo incontro è un anticipo di quanto verrà realizzato questo autunno all’interno del Festival dell’Infanzia denominato AltreStorie. La serata sarà introdotta da un benvenuto musicale a cura dell'Irish Coffee Ensemble della classe di arpa della Scuola di Musica Consorzio Concorde di Crema.


Venerdì 17 maggio 2013 
ore 11.00 VERONA
Piccolo Teatro di Giulietta, via Cappello 23 Presentazione del libro. Introduce e dialoga con l’autore: Monica Rubele. All’autore verrà inoltre consegnata un’edizione straordinaria del Premio 12 Apostoli Montblanc
ore 19.00
Henry Winkler è ospite di RTL 102.5 all'interno del programma Protagonisti Speciale Cinema. Dialogherà con Roberto Uggeri e Francesca Cheyenne.
ore 21.00 LODI
Sala dei Comuni della Provincia, via Fanfulla 14 Da Fonzie a Hank Zipzer. Incontro con Henry Winkler

Al mitico Fonzie di «Happy Days» assegnato il «Premio 12 Apostoli»

Il riconoscimento è stato consegnato all'attore e scrittore venerdì 17 maggio 2013 al Piccolo Teatro di Giulietta di Verona. Henry Winkler premiato per la fortunata e divertente serie di racconti per ragazzi.
Scrittura e arte del cinema si fondono nel nome di Henry Winkler. L'autore, reso celebre dal personaggio di Fonzie in «Happy Days», ricevera l'inedita edizione straordinaria del Premio 12 Apostoli - Montblanc per una fortunata serie di racconti per ragazzi, il primo ora è tradotto anche in italiano, che affronta il delicato tema della dislessia in modo divertente e costruttivo. La consegna del Premio è fissata per venerdì alle 11 al Piccolo Teatro di Giulietta. DOTI LETTERARIE. A conquistare la giuria, tanto da rompere gli schemi tradizionali del Premio e decretare questa «Edizione Straordinaria», sono state le doti letterarie dell'attore americano Henry Winkler, già produttore televisivo e teatrale, e oggi firma di una fortunata e divertente serie di racconti per ragazzi che, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, sta già avendo un clamoroso successo. Il primo titolo della collana, «Hank Zipzer e le cascate del Niagara» (Uovonero edizioni), è stato ora tradotto in italiano, e verrà presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino, che si svolge dal 16 al 20 maggio. «Hank Zipzer e le cascate del Niagara» è un appassionante racconto per ragazzi che parla di dislessia in maniera divertente e positiva.
 
Si tratta di una produzione rivolta ai giovani e alla loro creatività a volte ostacolata, cui Winkler tiene molto. L'attore, recentemente insignito del titolo di Baronetto dalla Regina d'Inghilterra proprio grazie al suo impegno per i bambini colpiti da dislessia, ha infatti combattuto per anni, soprattutto da ragazzo, contro questo disturbo specifico dell'apprendimento. GLI «APOSTOLI» PREMIATORI. La consegna del riconoscimento a Winkler - il tradizionale Melograno in bronzo fuso realizzato da Giorgio Gioco e la Penna Edizione Limitata Montblanc - verrà fatta da alcuni degli «Apostoli» giornalisti che compongono la giuria del Premio venerdì 17 maggio alle 11 al Piccolo Teatro di Giulietta (ex foyer Teatro Nuovo). L'appuntamento, gratuito ed aperto a tutti, presentato dalla giornalista televisiva Monica Rubele, sarà l'occasione per parlare del libro, affrontando il delicato tema della dislessia. Sarà anche un piacevole momento per incontrare un personaggio che ha parlato, prima indossando il giubbino nero di Fonzie della fortunata serie televisiva «Happy Days», poi attraverso film, spettacoli teatrali ed ora, romanzi, ad almeno tre generazioni di giovani di tutto il mondo. «Il premio letterario e il riconoscimento all'arte viene così condensato in un unico nome e per la prima volta il "12 Apostoli - Montblanc" se ne va oltreoceano», commentano Antonio e Giorgio Gioco. Ad Henry Winkler, verranno offerti anche un manufatto in argento che rappresenta un «12» del maestro orafo Marco Borghesi e un'opera dEl pittore Andrea Ciresola.

Stefano Baldi fondatore di HAPPY DAYS ITALIA premia Henry Winkler   

Sabato 18 maggio 2013
ore 9-12.30 TORINO
Cecchi Point, via Cecchi 17 Henry Winkler interviene nel convegno Imparare? Un gioco da ragazzi. Nuovi strumenti e metodologie di intervento per ragazzi con DSA. a cura di Area Onlus e Fondazione Vodafone Italia
ore 14.30 TORINO
Arena Bookstock, Padiglione 5, Salone del Libro di Torino Storie selvagge: Hank Zipzer, dislessia creativa. Da Fonzie ai libri per ragazzi Conducono: Eros Miari e i ragazzi del BookBlog LINK UTILE http://www.salonelibro.it/
Doppio bagno di folla per Fonzie
"Io, star nonostante la dislessia"

A 30 anni dalla fine di Happy Days, la fama di Henry Winkler è rimasta intatta. Ora l'attore celebre per il ruolo di Arturo Fonzarelli scrive racconti per i ragazzi. Con cui racconta la sua vita di studente "problematico"

Un piccolo bagno di folla al mattino, al Cecchi Point, periferia nord di Torino, poi un grande "tuffo" tra centinaia di fan al Salone del libro. È la giornata torinese di Henry Winkler, l'attore passato alla storia della televisione mondiale per aver interpretato Fonzie in Happy days. "Dopo dieci anni passati a dire hey, a ricevere 50 mila lettere alla settimana dagli appassionati, che volevano portarmi via i calzini, la mia carriera ha avuto un rallentamento. Dopo un po' di anni mi hanno proposto di scrivere dei libri per ragazzi. Oggi quei libri, oltre ai miei tre figli, sono la cosa che mi rendono in assoluto più orgoglioso".
I suoi racconti, scritti a quattro mani con Lin Oliver, si basano sulle vicende di Hank Zipzer, un ragazzino dislessico che ha problemi a scuola: "Ci sono alcune analogie con la mia storia? Ce ne sono molte", ha spiegato Winkler-Fonzie prima di presentare la sua ultima fatica al Cecchi Point, durante un convegno sui disturbi specifici dell'apprendimento organizzato dall'onlus Area e dalla Fondazione Vodafone.

L'uomo che creò il mito di Arthur Fonzarelli, il meccanico italo-americano che accendeva i juke box con un pugno, aveva infatti grandi problemi a scuola: "A 31 anni ho scoperto di essere dislessico: ho fatto fare un test a mio figlio, che aveva problemi nello studio come me, e ho capito che avevamo lo stesso tipo di problema", ha detto Winkler. E ha aggiunto: "Da piccolo andavo male in inglese, in dettato, in storia, in matematica. Mi riusciva bene solo la pausa pranzo. Eppure ho capito che ognuno ha dentro di sé un dono: sta a noi capire quale sia il nostro dono, per poi regalarlo al resto del mondo

Domenica 19 maggio 2013




ore 18.00 PIACENZA
Società Canottieri NINO BIXIO A.S.D., Via Nino Bixio, 24 Aperitivo con l’autore e presentazione del libro.

Henry Winkler, il mitico Fonzie di Happy Days fa il pienone alla Nino Bixio

Henry Winkler, il mitico Fonzie di Happy Days fa il pienone alla Nino Bixio Centinaia di persone hanno accolto Henry Winkler il mitico Fonzie di Happy Days alla società canottieri Nino Bixio per la presentazione del suo nuovo libro sulla dislessia "Hank Zipzer e le cascate del Niagara"

E' arrivato a Piacenza, domenica alle 18.30 alla società cannottieri Nino Bixio, il popolare attore Henry Winkler, famoso per avere interpretato Fonzie nella serie televisiva “Happy Days”, per presentare il libro: “Hank Zipzer e le cascate del Niagara” edito da Uovonero. Un libro che parla di dislessia in modo divertente e creativo. Henry Winkler, come molti dislessici, ha scoperto in età adulta di soffrire di questo disturbo. Ha iniziato a scrivere delle difficoltà che ha incontrato da ragazzino e il suo impegno editoriale sta riscuotendo notevole successo. Nei paesi anglosassoni ha venduto più di tre milioni di copie.



 Sito Ufficiale HAPPY DAYS ITALIA - SITO INFORMATIVO - on line dal 1997
www.happydaysitalia.net
Web graphics and design by Stefano Baldi
Questo è semplicemente un sito informativo senza scopo di lucro e privo di ogni forma pubblicitaria. Non si intendono infrangere copyrights di nessuno.
Tali copyrights rimangono di esclusiva proprietà dei legittimi detentori.
Lo stesso dicasi per immagini, musica, testi e quant'altro collegabile direttamente alla serie TV con i suoi contenuti o a siti web ad essa dedicati.